prof. dott. Antonino Romano allergologo
  Ricerca
credits - c.m.s.
 
allergia alimentare e anafilassi esercizio fisico
Studio dell'allergia alimentare e dell'anafilassi da esercizio fisico.

In alcuni studi effettuati in collaborazione con l'Università di Nancy ha contribuito a individuare un nuovo allergene dell'arachide, l'oleosina, e due nuovi allergeni del pesce, un enzima ubiquitario e un'isoforma delle parvalbumine. A tale scopo si è fatto ricorso a tecniche di elettroforesi, IgEimmunoblotting, sequencing del quadro di lettura dei geni corrispondenti e produzione di proteine ricombinanti. In collaborazione col Dott. Paolo Campi del Nuovo Ospedale San Giovanni di Dio di Firenze ha messo a punto un test di semplice esecuzione (immediate-reading contact test) per la diagnosi delle reazioni IgE-mediate al sesamo.

Ha inoltre studiato l'anafilassi da esercizio fisico post-prandiale, una grave sindrome reattiva la cui forma specifica viene considerata un particolare tipo di allergia alimentare, che trova la sua espressione clinica in combinazione con l'esercizio fisico effettuato a breve distanza dal pasto. Ha elaborato - in collaborazione con il Centro Studi di Medicina dello Sport del Policlinico A. Gemelli, diretto dal Prof. Paolo Zeppilli - un protocollo diagnostico che si avvale di test cutanei (prick con alimenti del commercio e con aeroallergeni, prick by prick con alimenti freschi), dosaggio delle IgE specifiche, test da sforzo massimale al treadmill.

Per gli studi condotti in questo campo è stato invitato a tenere la relazione "Exercise-induced urticaria/anaphylaxis: diagnostic workup" nel Main Symposium "Allergy, Asthma and Sports" del XXV congresso dell'EAACI tenutosi a Vienna dal 10 al 14 giugno 2006 e la relazione "Exercise-induced anaphylaxis" nel Symposium "Evidence-based management of urticaria and angioedema" del congresso dell'EAACI che si è svolto a Londra dal 5 al 9 giugno 2010. È stato inoltre invitato a far parte di una task force dell'EAACI e dell'AAAAI che ha elaborato un PRACTALL (practical allergy) consensus report sulle sindromi da ipersensibilità indotte dall'attività fisica.

In virtù dell'esperienza maturata nello studio dell'allergia alimentare il Prof. Romano negli anni 2003-2005 è stato chiamato dall'ILSI Europe (International Life Sciences Institute - European Branch) a far parte del "food allergy task force expert group on coeliac disease versus wheat allergy" al fine di determinare la dose soglia di glutine in grado di provocare sintomi nei pazienti con morbo celiaco o ipersensibilità IgE-mediata al frumento.